COME APPLICARE IL PENSIERO POSITIVO

come-applicare-il-pensiero-positivo

Oggi sentiamo spesso parlare del pensiero positivo come tecnica e come evoluzione dell’uomo moderno, per quanto riguarda il potere di cambiare la propria vita. Non è molto semplice applicare il pensiero positivo, per alcuni è pura utopia. Eppure abbiamo tantissimi autori , scrittori, psicologi e filosofi che ci spingono a provare. Ma come possiamo pensare che all’improvviso una persona possa resettare completamente il proprio vissuto per sostituirlo a proprio piacimento? Ebbene è quello che dovrebbe succedere nel nostro spazio mentale. Portare la nostra mente a un livello zero, cioè cancellare tutta la parte oscura, drammatica e distruttiva. Vi assicuro che è tanta roba.  Se pensiamo che tutto il bagaglio mentale accumulato durante la nostra vita è radicato in noi attraverso abitudini, comportamenti, associazioni, ci vorrebbe un diserbante potente per ricominciare da capo. Vogliamo aggiungere tutto quello che i nostri occhi guardano e fotografano per conto della nostra  mente?

La tv attraverso i racconti di menti contorte, ci invita a vivere vite di personaggi dove, fateci caso, vince sempre il male. A volte mi chiedo se chi scrive le sceneggiature ha avuto delle esperienze terribili, o ha capito che lo spettatore ha l’esigenza di vivere, attraverso le soap, un dramma senza fine. Stessa situazione la possiamo riscontrare nei testi dei libri, ancora peggio nelle canzoni. Pensate che la musica penetra nella mente ancor più in profondità. Vi è mai capitato di sentirvi felici e all’improvviso ascoltare una canzone di amori perduti e sprofondare in un’ angoscia senza spiegazione, o addirittura in lacrime?  Allora come possiamo fare a utilizzare questo strumento, il pensiero positivo? Come possiamo applicare questo nuovo approccio alla vita? Proverò a guidarvi attraverso un sentiero non facile, ma i risultati arriveranno.

DECIDI

Stai decidendo che vuoi cambiare la tua vita? Vuoi imparare a non farti travolgere da tutto quello incontri? Allora decidi con tutta la tua volontà che da oggi molte cose nella tua vita cambieranno. Che traccerai una nuova mappa da seguire. Il potere decisionale è il primo seme da rinforzare e crescere con cura.

IMMAGINI

Cominciamo con il grossolano. Circondiamoci di immagini che suscitano il pensiero positivo. Un ottimo inizio può essere appendere in camera da letto una foto o un quadro che ci ricorda un luogo o dei colori che ci inducono a uno stato di gioia. Di fronte al mio letto io ho una foto bellissima, realizzata dalla mia migliore amica Monica, dell’isola di Mykonos. Quando mi sveglio è la prima immagine che vedo. Attenzione alle immagini trasmesse in TV . Se abbiamo un programma televisivo che ci piace, chiediamoci se è il caso di cambiarlo e optare per una fiction, un telefilm ironico, divertente o appassionato dove ci sono sempre vincenti e il podio è sempre del bene. Io adoro Don Matteo. 

LA MUSICA

Come vi dicevo prima la musica è come un’ iniezione, penetra in profondità. Grandi autori classici l’hanno definita come linguaggio dell’anima. Proviamo a scegliere con cura il suono che accompagnerà la nostra giornata. Su YouTube troviamo tantissimi mantra che aumentano le vibrazioni positive. Il mio preferito è il Gayatri Mantra, una vera apertura alle benedizioni dell’universo. Qualunque genere ti piaccia scegli sempre qualcosa che non ti induca a pensare a ricordi o situazioni tristi e negative.

LA CONSAPEVOLEZZA E LA RISOLUZIONE

Proviamo a essere consapevole di quante volte durante il giorno affiorano ricordi negativi. Prendiamo una risoluzione che utilizzeremo ogni volta che captiamo l’arrivo di un pensiero distruttivo. Facciamo un esempio: mentre sono seduto al computer mi ritrovo a pensare che un membro della mia famiglia o un amico abbia un brutto incidente. Nonostante la mia occupazione di quel momento fosse diretta ad altro la mia mente ha sabotato la mia concentrazione per indurmi a creare una vibrazione sbagliata. Che fare? Creiamo una risoluzione. Mi spiego meglio.  Crea una frase legata a un’immagine che dovrà sostituire l’atto sconsiderato della tua mente. Potresti ripetere “Grazie Ti Amo” e visualizzare un dono che ti ha cambiato la vita. Come l’arrivo di un figlio, una borsa di studio, la conoscenza di un’amicizia sincera, dei genitori premurosi, un amore che aspettavi. Insomma crea la sostituzione del dramma creato dalla tua mente, con un lieto fine. “La pace comincia da te, fai cominciare ogni giorno la pace da te. Diventa un essere di pace. ( Steven Bailey, “ Ho’oponopono 10 tecniche esistenziali”).

LA GRATITUDINE

La gratitudine ha una potenza impressionante. Credo che sia, dopo la fede, la vibrazione più incisiva e trasformante. Per utilizzare questo potente strumento dobbiamo esercitare il nostro spazio mentale. Allenare e creare l’abitudine ad essere grati sempre, sia per le piccole cose che per quelle grandi. Più ci alleniamo più arriveranno cose straordinarie di cui essere grati. Diventerà con il tempo un’abitudine costante e molto piacevole. Se dovessi fare un paragone è come assaporare una ciliegia dolce e succosa, ti senti bene, gioioso e pieno di forza.

LE AMICIZIE

Se vuoi che ci siano le possibilità di vivere il pensiero positivo, devi anche frequentare persone che come il concime per una pianta, facciano fiorire sensazioni di gioia, sicurezza, felicità. Gli amici che scegliamo dovrebbero sempre completarci, come un tassello mancante, devono arricchire le nostre conoscenze o per lo meno i nostri futuri ricordi. Non è sbagliato allontanare vecchie amicizie che sentiamo minare il nostro percorso. 

LO YOGA

Lo Yoga ci mette a disposizione tantissime tecniche. Io consiglio sempre ai miei allievi di lavorare all’inizio sul corpo grossolano, fisico. Quando cominciamo a creare spazio nel nostro veicolo fisico in parallelo stiamo costruendo nuovi spazi da riempire nella nostra mente. Ma se proprio non riesci ad approcciare allo yoga fisico scegli di utilizzare le tecniche di respirazione, concentrazione e meditazione. Magari partendo dalle più semplici. Nell’articolo dei 12 passi per cominciare a meditare puoi trovare degli ottimi spunti. 

il-pensiero-positivo

LA FEDE

Se la gratitudine ha una potente vibrazione, la fede può scardinare le montagne. Non è facile credere in ciò che non si vede o che non siamo in grado di vedere. In un’era dove tutto è definito da un costo, dallo spazio, dal tempo abbiamo serie difficoltà a credere in una coscienza superiore.  Eppure vi assicuro che è la cura di tutte le malattie. E’ la risposta a tutte le vostre domande. Come la linfa per una pianta per me credere in Dio è la certezza di tutte le mie convinzioni. Ho imparato però che non basta credere, bisogna anche applicare quello in cui crediamo. Quindi la vostra fede va vissuta. Create un  legame con la coscienza divina in cui credete. Parlateci e donategli il vostro pensiero. Vi faccio un esempio, se vi rendete conto che sta arrivando un pensiero negativo, chiedete a Dio di spazzarlo via. Chiedetegli di rivestirvi delle sue benedizioni. Anche se oggi mi capita di rado di pensare consapevolmente a un dramma, nelle poche volte che mi succede Dio sostituisce all’istante quelle vibrazioni sbagliate. Vi invito a leggere il testo di Frate Lorenzo “La Pratica della Presenza di Dio”. La testimonianza di un semplice uomo che con umiltà e senza troppi giri di parole ci parla del suo dialogo con Dio.

 

Abbiamo la grande fortuna di avere nel nostro mentale un terreno fertile e malleabile. Possiamo continuamente edificare in questo territorio, sta a noi farlo nel modo giusto. Il male e il bene sono una dinamica costante fuori e dentro di noi. Il grande miracolo è che siamo noi a decidere chi trionferà. Tu sei l’artefice della vittoria del bene o del male. Sii fermo nelle tue decisioni. Ricordati che questo universo nasce da un grande gesto d’amore, direi indefinito per la sua grandezza. Ora decidi con chi vuoi convivere, quale dualità sei disposto a nutrire. Io ti consiglio di immergerti nel calice dell’amore, del bene, della gioia. E ti assicuro che ad ogni ostacolo creerai il tuo miracolo e traccerai la tua strada per ritornare a casa.

 

A cura di Mina Formisano.

Curiosità

dal mondo Yoga

ansia e stress-kriyayoga evolution-mina formisano-fulvio falsanito-yoga busto arsizio
kriyayogaevolution-yoga mina-mina formisano-fulvio falsanito-yoga busto-yoga natale-natale
6-tecniche-per-risvegliare-le-capacità-mentali

Yoga & Alimentazione

pizza fatta in casa-ricette di mina-mina in cucina-kriyayogaevolution-mina formisano-fulvio falsanito
pomodori secchi-paté di pomodori-ricette di mina-mina in cucina-kriyayogaevolution-mina formisano-fulvio falsanito
riso venere-mina formisano-ricette di mina-mina in cucina-kriyayogaevolution-fulvio falsanito

# LA NOSTRA COMMUNITY

Something is wrong.
Instagram token error.