11 SPEZIE CURATIVE

da tenere in dispensa

11-spezie-curative-da-tenere-in-dispensa-mina-formisano-kriyayogaevoltuion-yoga busto

Le spezie curative

Spesso sottovalutate dalla medicina tradizionale, stanno rientrando fra le cure naturali a grande richiesta. I maestri ci hanno anticipato che l’uomo avrebbe superato il velo di ignoranza che lo allontanava dal sapere universale. Certo, loro intendevano un grado di illuminazione legato ad un piano più alto. Ovviamente questo cambiamento lo avvertiamo su tanti fattori. Provate a immaginare la rivoluzione che c’è in questo momento sul tema del benessere. Abbiamo superato la concentrazione sul corpo fisico muscoloso, forte e sensuale. Oggi il concetto di stare bene si lega alla necessità di stare soprattutto in salute. Nel momento in cui il nostro corpo ritrova le sue funzioni naturali, tutto ne viene influenzato. Corpo, mente e vibrazioni emotive sono strettamente in contatto. A sua volta il nostro campo vibrazionale interagisce con l’intero universo circostante. Nell’antichità i rimedi che la natura offriva, per la cura e la prevenzione delle malattie, erano l’unica medicina. Oggi con l’avvento delle grandi case farmaceutiche e la conseguente risoluzione immediata del malessere è stata persa di vista l’importanza delle cure naturali. Anche se gli effetti dei farmaci tendono a mascherare e tamponare il sintomo, il genere umano sceglie la strada più veloce, più invasiva, più costosa e con tanti effetti collaterali. Ma c’è un richiamo nella natura che non possiamo fare a meno di ascoltare. O quantomeno dobbiamo provare a sperimentarne gli effetti prima di giudicare.

I cambiamenti

Oggi tantissimi medici e ricercatori della medicina ufficiale pubblicano articoli e testi su come prevenire i mali più diffusi. Il mio preferito è il Dottor Greger. Nel suo libro “Sei quello che mangi” spiega dettagliatamente come molti dei mali del nostro secolo siano legati a una cattiva alimentazione o meglio una scarsa conoscenza degli effetti del cibo sull’essere umano. Ma già il grande Leonardo ci aveva messo in guardia su questo tema. Vi consiglio di leggere il libro del Dottor Greger. Mi ha davvero aperto la mente con combinazioni e tantissime informazioni su come, in modo facile, possiamo predisporre il nostro corpo a stare bene. Un intero capitolo viene dedicato al meraviglioso potere delle spezie curative. Si parla di come utilizzarle e introdurle nell’alimentazione giornaliera.

LE SPEZIE TOP

Curcuma

La metto al primo posto, perché, insieme allo zenzero, non manca mai nella mia dispensa. Osservatene il colore, dovrebbe già dirvi tutto. Un potente antinfiammatorio, antitumorale, riattiva il sistema immunitario. Super utilizzata in oriente, soprattutto in India, dove è la spezia che dà  lunga vita. Ottima per prevenire le infiammazioni alle articolazioni e ai muscoli. Un vero miracolo della natura tra le spezie curative. Io la utilizzo molto nelle verdure e nei sughi. Ogni mattina è nel mio porridge. Il dottor Greger ne consiglia 1/4 di cucchiaino al giorno. E la consiglia a chi soffre di dolori dovuti all’osteoartrosi.  Per attivare al top  la curcuma basta un pizzico di pepe.

Zenzero

Anche lo zenzero ha benefici molto simili  alla curcuma. E’ un antiossidante, antinfiammatorio, digestivo, antiemetico. Sperimentato con ottimi risultati in caso di emicranie, dolori mestruali e dolori articolari. In India è chiamato maha-aushadhi, che significa “la grande medicina”. Lo possiamo utilizzare nelle verdure, negli infusi o semplicemente masticarlo, come facciamo io e Fulvio prima di andare a letto. In caso di raffreddore mangiatelo anche al mattino. Fate un infuso con radice di zenzero e limone. Nascondetelo in un pezzo di frutta e masticatelo! Altro che aspirina!

Peperoncino

Antiossidante, espettorante, antibatterico, abbassa il colesterolo e attiva il metabolismo. Ora capisco perché in India lo mangiano anche a colazione. Fantastico nella stagione fredda. Molto riscaldante, provatelo quando avete il raffreddore! Quando sento i sintomi dell’influenza preparo un passato di verdura e peperoncino. Fantastico!

11-spezie-curative-da-tenere-in-dispensa-mina-formisano-kriyayogaevoltuion-yoga busto

Cannella

Una spezia davvero speciale, dal profumo intenso. Antinfiammatoria, antiossidante, aiuta a regolare i livelli di glucosio nel sangue. Durante la stagione fredda è utile da tenere nella dispensa. Io personalmente la uso spesso in caso di tosse e raffreddore. E’ un ottimo calmante contro la tosse secca. E’ uno degli ingredienti nella mia tisana speziata contro l’influenza. Si sposa bene con ricette dolci, soprattutto con le mele. Una spolverata sul porridge al mattino è fantastica. Ottima anche nel diffusore, come olio essenziale,  quando avete bisogno di sentirvi a casa e di radicarvi nei vostri affetti.

Chiodi di garofano

Come per  la cannella utilizzo i chiodi di garofano spesso d’inverno. Antinfiammatorio, digestivo, allieva l’acidità e migliora la respirazione. Ottimo contro il mal di denti. Durante l’inverno lo consiglio negli infusi per prevenire o contrastare i sintomi del raffreddore e mal di gola.

Pepe nero

Antisettico e espettorante. Una spezia che non può mancare nelle nostre dispense. Dal gusto deciso, dà un tocco deciso ai nostri piatti. Indispensabile per attivare i benefici della curcuma. Accelera il metabolismo quindi consigliato nelle diete per dimagrire.

Rosmarino

Un ottimo tonico. Ha un’azione stimolante e fortificante per l’organismo. Antispastico, antidolorifico, antiossidante e antinfiammatorio. Ottime proprietà digestive, calma gli spasmi della muscolatura liscia. Favorisce la diuresi. Come olio essenziale lo utilizzo per rilassare i muscoli prima o dopo l’attività fisica. In cucina il rosmarino lo possiamo utilizzare con verdure, patate e piselli.

11-spezie-curative-da-tenere-in-dispensa-mina-formisano-kriyayogaevoltuion-yoga busto

Salvia

Antisettica, antinfiammatoria, diuretica. Antispasmodica rilassa la muscolatura liscia. Contro il dolore durante il ciclo mestruale e i disturbi legati alla menopausa. Favorisce la digestione e aiuta i problemi legati all’intestino irritabile. Personalmente adoro questa spezia nei legumi, soprattutto le lenticchie.

Alloro

Fantastica spezia  da tenere in casa. Rilassante e calmante da bere in infusione, ottima con la camomilla. Contro i dolori addominali. Sotto forma di infuso o anche inalandone i vapori sprigiona le sue proprietà. Contro nervosismo, ansia, stress, dolori articolari, dolori mestruali.

Finocchietto

E’ una spezia che non dovrebbe mancare mai in cucina. Ottima la tisana con i semi. Aiuta la digestione. Contro il mal di stomaco e dolori addominali. Contro il vomito e la nausea. Associata a camomilla o melissa diventa un mix rilassante per la sera.

Basilico

Mi ricorda molto l’estate. Ha un profumo che attiva le memorie della mia infanzia. L’odore del sugo della domenica. La bruschetta con il pomodoro fresco appena raccolto. Un ottimo antinfiammatorio, può prevenire le malattie dell’apparato respiratorio. Io direi anche un ottimo antidepressivo, visto che è legato a ricette solari e gioiose della nostra cucina.

Per concludere

Queste sono le spezie che più utilizzo. Sono fondamentali per i benefici che donano al nostro corpo. Provate a farne la vostra farmacia personale. Fate ricerche e arricchite la vostra conoscenza. Sono innumerevoli le cose che si possono fare con questi doni della natura. Imparate ad utilizzarle fresche, secche,  in polvere o sotto forma di oli essenziali per uso esterno. Vi renderete conto che abbiamo tanti rimedi naturali, proprio sotto il nostro naso.

A cura di Mina Formisano.

Curiosità

dal mondo Yoga

6-tecniche-per-risvegliare-le-capacità-mentali
vampiri-energetici-yoga evolution-yoga busto-mina yoga-kriyayogaevolution
11-spezie-curative-da-tenere-in-dispensa

Yoga & Alimentazione

pasta-frolla-integrale
pane fatto in casa-ricette di mina-mina in cuina-yoga busto-yoga evolution-mina formisano-fulvio falsanito
brownies-di-fagioli-neri

# LA NOSTRA COMMUNITY

Something is wrong.
Instagram token error.